Ponte san Nicolò PD
+393926677020
info@prolocopontesanicolo.it

Ea Scarogna

Ogni tanto te capita qualcossa nea vita che non te se mai capità prima e che rovina ea vita. Podaria tratarse de scarogna sfortuna o sfiga come si dice al giorno d’oggi.

D’estate spesso arrivano dei temporali più o meno forti ed a volte portano la grandine o tempesta come diciamo noi veneti. Se la grandine arriva quando la stagione è ben avviata rovina i raccolti la vendemmia, il granturco, i fiori, gli ortaggi ecc. La caratteristica della grandine è quella di colpire un po’ a caso facendo molti danni in una zona mentre nell’altra invece non fa alcun danno. Ecco allora che la grandine, per chi la subisce, è una bella scarogna.

Ma cosa dire se arrivasse un vento una tempesta così forte da sterminare le foreste di alberi, pini, abeti e larici delle montagne. Una tempesta fatta come un flagello biblico che come l’angelo sterminatore distrugge tutto quello che trova ove passa. Non è mai capitato ma potrebbe capitare ed allora sì che sarebbe una bella scarogna.

L’acqua alta a Venezia capita spesso tanto che i veneziani ci sono abituati ed il Comune predispone, specie in autunno ed inverno, delle apposite passerelle per potersi muovere in città nonostante l’acqua alta. Ma se l’acqua alta arrivasse in luglio o in agosto in piena stagione turistica con la città piena de foresti sarebbe una bella scarogna. Non è mai successo ma potrebbe capitare ed allora povera Venessia non solo allagata ma anche scarognata.

L’influenza è un male di stagione arriva in genere con i primi freddi, con l’umidità e si diffonde abbastanza rapidamente tra la popolazione. Ma se un anno arrivasse un’influenza così forte che non se ne conosce la cura e che viene trasmessa da un virus brutto come il muso di un pipistrello sarebbe una bella scarogna. Questa malattia infatti in breve potrebbe contagiare tutti e fare molti morti perché appunto non se ne conosce la cura e non si sa come combatterla. Non è mai successo ma potrebbe succedere e certi uccelli del malaugurio lo vanno anche dicendo di tanto in tanto ma gli uccelli del malaugurio non li ascolta nessuno. Ma dopo un’influenza di questo tipo arriva anche la carestia perché gli uomini si chiudono in casa, scappano in tutte le direzioni ed i raccolti vanno in malora perché nessuno più lavora temendo di venire contagiato. Non è mai successo ma una carestia sarebbe sempre una bella scarogna che non sai come affrontare.

Se vi interessate di scarogna allora dovreste sapere che in genere la scarogna ha anche il suo giorno di fuoco ed è il venerdì 17. L’anno sfortunato secondo i cantastorie xè sempre l’anno bisesto anno sensa sesto . Se studiate bene il calendario allora potreste incontrare l’anno perfetto per la scarogna: quello che ha tre venerdì 17. Ma come dovremmo chiamare quell’anno che è bisestile ed ha anche tre venerdì 17 ?.

Dobbiamo risalire molto nel tempo ma secondo i calcoli dei beninformati sembra che il diluvio universale sia cominciato proprio il venerdì 17 ossia il 17° giorno del secondo mese dell’anno questo è quello che dice il raccolto biblico. Speriamo di non incontrare mai quest’anno altrimenti come Noè dovremo preparare anche noi la nostra arca.

Il mondo degli insetti è misterioso. Non è mai successo ma nei tempi antichi la bibbia, come castigo divino, ricorda che in prossimità dei raccolti arrivava senza preavviso un’invasione di cavallette voracissime che mangiavano tutto quello che trovavano trasformando i campi coltivati in deserto nel giro di poche ore.

Non è mai capitato ma se capitasse sarebbe una bella scarogna per quel popolo che non ha messo da parte il cibo ove le cavallette non possono arrivare.

Ci sono vulcani spenti da centinaia di anni. Nell’anno della scarogna potrebbe succedere che il vulcano spento improvvisamente si metta ad eruttare lanciando in aria cenere e lapilli. Se le eruzioni sono molto forti e continuate possono oscurare il sole su una parte o su tutta la terra e causare un aumento dei ghiacciai ed una diminuzione della temperatura su tutta la terra. L’agricoltura verrebbe subito compromessa senza contare l’enorme numero di vittime che potrebbe causare una eruzione di vulcano in zone fortemente popolate.

A queste scarogne naturali non voglio aggiungere quelle scarogne che gli uomini si procurano da soli come certi potenti della terra che avviano guerre insensate che fanno peggio dei disastri naturali.

Ci siamo andati vicino più volte speriamo però che non accada mai .

Tutte le scarogne che vi ho raccontato non potrebbero mai capitare tutte assieme e tutte nello stesso anno perché Dio vede e provvede ma se capitassero tutte assieme allora sì che quell’anno bisognerebbe ricordarlo come l’anno della scarogna.

Total Page Visits: 838 - Today Page Visits: 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *