Ponte san Nicolò PD
+393926677020
info@prolocopontesanicolo.it

Categoria: Poesie

NATALE CON IL COVID

Maria è spaventatatroppo pericolo partorirein un reparto di Ospedale Giuseppe è terrorizzatotroppo pericolo partorirecon la polmonite interstiziale San Francesco è imbarazzatotroppo pericolo fare il presepein una chiesa parrocchiale San Antonio è addoloratotroppo pericolo fare il presepenel portico abituale Sant’Ambrogio è desolatotroppo pericolo partoriredove il rischio è virale . San Gennaro è rabbuiatotroppo pericolo partoriresenza il…
Leggi tutto

Ogni Can vol dir la soa

Co no savevo dove ndare,ndavo in ostariapar scoltare,na partia de ciacoeda imbriaghi. Me fasevo grandescoltandoquattro mone,più mone dei mona.El confronto faseva ben. Ma desso xe cambià el mondo,i bar i ga saràe i mone fa el finimondotutti so Internet,insieme coi premi Nobel . Ma come se fa a capireche queo che scrive sul socialxè un…
Leggi tutto

ALLA LUNA (alla rimembranza)

Oh cocoetta luna me ricordoche on ano fa sora ‘sto monteseocol strùcacor, vegnevo a vardarte:e te pindoeavi sora ea bosketa,come desso, e tuta te ea sciaravi . Ma vedevo tùrbia ea to faciaparchè fasevo agreme ai ocivardandote, par via dea me vitaaeora doeorosa, come desso,Oh me amata luna. Epur me giovaricordarme de quando go patìo…
Leggi tutto

Malabrenta

Bella, alta, elegante, riccioli rossie per amore nei guai sempre più grossi. Tu disonesto, sempre a rischio d’arresto,ti sei preso la colombina che assaggiava l’ariaappena fuori dal nido, con amore molesto. Portami la macchina! Preparami la parrucca!Lo fece e prese cinque anni sulla brocca,bella elegante, sempre col sorriso in bocca. Ha fatto la galera e…
Leggi tutto

Halleluia

Go sentio na musica segretaQuea de Davide e piasua al Signoree se interesa te ea sonoea fa cussì:quinta corda, quarta,ea picoea monta, ea grossa cresseRedavid ispirà ga intonà l’Allelujia Halleluia (4 volte) Ea to fede xe messa aea provaQuando te ea ghe vista fare el bagnoEa beeza col ciaror de luna te ga strigàCussì ea…
Leggi tutto

Libertà dopo il confinamento

Provo quella forte eccitazioneche vien patita la reclusione Provo quella donata asfissiache vien passata l’epidemia Provo quella bella sensazioneche vien finita l’aggressione Provo ancora quello smarrimentoche vien dopo un bombardamento Provo ancora la grande paurad’aver superato la falciatura Provo ora quella bella libertàquando senti arrivar la libertà Leone Barison

Viruscorona

NON TEMIAMO IL CORONAVIRUS Vivevamo felici nel castellomentre tu preparavi la trappola,brutto figlio di un pipistrello! Festeggiavamo la famiglia,quando arrivò la tua scoppolamortifera e brutta canaglia! Ci hai costretti all’egoismoalla massima lontananza,noi chiamati all’altruismo! Come lo scorpione spergiuroavveleni senza lungimiranzala rana che ti porta al sicuro! Non temiamo la tua coronae ti distruggeremo facilmentesalvando perciò…
Leggi tutto

Pandemia

No voemo porcaria,ma te riva ea pandemia.E dopo ‘sta malatia,vien subito ea carestia.E ora el Papa pregaMa el mondo se ne frega.Mi me sento maeMa no vago in ospedaepiuttosto in cànevaa sajarne on bocae !

El Tamiso

De sti tempi ea jeia rivà senza preaviso me se presenta come un gran tamiso. Tuti, tuti ghemo da pasare pa chel tamiso, no se scampa da queo da gran o da riso. E ora se domandemo: sto criveo chel destin tamisa, par mi gaeo i busi larghi o i busi streti? Mi ghe passo…
Leggi tutto

Par ti amore mio

Par ti amore mio (Leone Barison) Son andà al marcà dei oseiE go comprà oseiPar ti Amore mioSon andà al marcà dei fioriE go comprà fioriPar ti Amore mioSo andà al marcà dea ferazaE go comprà caenePezanti caenePar ti  Amore mioE po so andà al marcà dei sciaviE te go sercàMa no te go trovàAmore…
Leggi tutto